Valutazioni ed Esami di Stato: le regole sull’applicazione delle norme per i Presidi

lentepubblica.it • 8 Giugno 2017

esami di stato commissioniIl ministero dell’Istruzione scrive ai presidi per ricordare i termini per l’applicazione delle nuove norme in materia di valutazione e svolgimento dell’esame di Stato, contenute nel decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62.


 

A seguito di alcuni quesiti pervenuti, in relazione all’applicazione delle norme in materia di valutazione e svolgimento dell’esame di Stato, contenute nel decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62 (G.U. n. 112 del 16/5/2017 Suppl. Ordinario n. 23 – cfr. anche art. 15 D. Lgs n. 62/2017), si ritiene opportuno precisare quanto segue.

 

Scuole primarie e secondarie di primo grado

 

Le nuove modalità di valutazione e di ammissione alla classe successiva o all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, previste dal citato D. Lgs. n. 62/2017, si applicano a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018. Pertanto nulla è innovato per l’anno scolastico in corso per l’effettuazione degli scrutini finali e per lo svolgimento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione.

 

Scuole secondarie di secondo grado

 

In relazione alle modalità di attribuzione del credito scolastico nel corrente anno scolastico, si precisa che per tutte le attuali classi (comprese le terze) in sede di scrutinio finale si continuano ad applicare le tabelle allegate al DM n. 99 del 16 dicembre 2009. A decorrere dall’anno scolastico 2018/2019, data in cui andrà a regime tutto l’impianto correlato alla nuova disciplina degli esami di Stato, si applicheranno le tabelle di cui all’Allegato A al decreto legislativo n. 62/2017, operando le necessarie confluenze ivi previste.

 

In allegato la circolare del MIUR.

 

 

 

 

Fonte: MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
avatar
  Subscribe  
Notificami