Esonero Visita Fiscale Dipendenti Pubblici: quali regole?

lentepubblica.it • 12 Giugno 2018

esonero-visita-fiscale-dipendenti-pubbliciEsonero Visita Fiscale Dipendenti Pubblici: chi è escluso dall’obbligo, dal rispetto delle fasce e orari? Ecco alcune indicazioni sulle disposizioni relative a questa casistica.


Ci sono dei casi in cui si può essere esonerati dalla visita fiscale mentre si è in malattia? Sì, ci sono dei casi che sono tassativi e lo stesso medico curante – ossia colui che ha prescritto i giorni di malattia – può esonerare fin da subito dal controllo sanitario.

 

Per i dipendenti pubblici arriva una novità, le nuove cause di esclusione dalla visita fiscale 2018 a partire dall’entrata in vigore del decreto Madia e del nuovo regolamento sulle visite fiscali dei dipendenti pubblici, con una nuova formulazione circa le cause di esclusione dall’obbligo.

 

Esclusione

 

Sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità i dipendenti per i quali l’assenza è riconducibile ad una delle seguenti cause di esclusione:

 

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;
  • stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

 

Nella nuova formulazione, in sostanza, non sono più ritenute giustificanti l’esenzione una serie di infermità ricorrenti di minore gravità, ritenute dipendenti da causa di servizio, quali sindrome ansiosa, bronchite, gastrite, otite, cistite e tante altre.

 

Quanto alle patologie gravi che richiedono terapie salvavita, l’INPS ritiene siano tali quelle cure “indispensabili a tenere in vita” la persona e che dovranno risultare da idonea documentazione rilasciata dalle competenti strutture sanitarie che attesti la natura della patologia e la specifica terapia salvavita da effettuare.

 

Le fasce di reperibilità

 

Per tutti i dipendenti pubblici che non sono soggetti ad esclusione, l’obbligo di reperibilità è di 7 giorni su 7, per 7 ore al giorno. Nel dettaglio, gli orari delle visite fiscali degli statali sono:

 

  • mattina: 09,00/13,00;
  • pomeriggio: 15,00/18,00.

 

L’obbligo non si estingue nei giorni festivi, nei weekend o nei periodi di riposo se compresi nella durata della malattia. Inoltre, il controllo del medico viene disposto anche nel primo giorno di assenza dal lavoro se questo è a ridosso di una giornata non lavorativa.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Chi è escluso dall'obbligo della Visita Fiscale? Cause e motivilentepubblica.it - Orari Visite Fiscali Dipendenti Pubblici: riepilogo completolentepubblica.it - Polo Unico Visite Fiscali INPS: riepilogo e aggiornamento delle norme vigenti Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] Successivamente l’Istituto con una serie di messaggi ha fornito indicazioni operative per l’applicazione delle nuove disposizioni. In questo articolo, invece, abbiamo parlato dei casi di esonero per la visita fiscale. […]

trackback

[…] Restano tuttavia anche nel 2018 specifici casi in cui è prevista l’esenzione dalla visita fiscale e non è obbligatorio rimanere a casa. (Maggiori approfondimenti a questo articolo). […]

trackback

[…] in questa sede le cause di esonero, sia per i dipendenti pubblici sia per quelli privati, per una prospettiva […]