RC Auto 2019, prezzo medio in calo: le statistiche dell’IVASS

lentepubblica.it • 25 Giugno 2019

rc-auto-2019-prezzo-medioRC Auto 2019, prezzo medio in calo in Italia? Ecco le statistiche presentate dall’IVASS nel rapporto annuale.


Diminuisce il costo delle polizze in Italia rispetto agli altri paesi dell’Unione e al contempo aumenta la diffusione di scatole nere. Lo ha rivelato Fabio Panetta, il presidente dell’Ivass

L’esperto ha dichiarato che

“negli ultimi cinque anni, il premio medio è sceso del 19,5%. Da 515 di fine 2013 si è passato a 415 per dicembre 2018, passando dai 425 di fine 2017. Si è poi ridotto il differenziale dei premi fra le province a più alto costo (con Napoli leader) e quelle a costo più basso, con Aosta punto di di riferimento. Nel 2013 si avevano 380 euro: a fine 2018, solo 237”.

RC Auto 2019, prezzo medio: i dati IVASS

Dopo sei anni consecutivi di flessioni il comparto auto mostra un’inversione di tendenza (+1,1 per cento rispetto al 2017), da ricondurre all’incremento dei premi per garanzie accessorie in presenza di una sostanziale stabilità della raccolta RC auto.

Si fanno più forti i segnali di interesse, anche da parte di operatori bancari e pubblici, per queste linee di attività: è crescente il ruolo della c.d. bancassurance danni, che negli ultimi anni ha più che raddoppiato la quota di mercato distribuita dal 3,3 per cento del 2012 al 6,7 del 2018 e superato per rilevanza la vendita diretta. Incide l’innovazione tecnologica, che si conferma come uno dei fattori propulsivi dei cambiamenti in atto nelle interazioni tra assicurazioni e clientela.

Il numero uno dell’Ivass mette in guardia sul boom del fenomeno dei siti assicurativi fake, tramite i quali si realizzano vere e proprie truffe a danno dei consumatori, soprattutto nel settore delle Rc auto.

Si è ridotto il differenziale dei premi sul territorio tra la provincia di Napoli, quella a più alto costo, e quella storicamente a costo più basso, ovvero Aosta, dai 380 euro del 2013 ai 237 euro di fine 2018. È il quadro che esce dalla prima relazione annuale del nuovo presidente dell’Ivass, Fabio Panetta, al suo esordio al vertice dell’Authority dopo la nomina a direttore generale della Banca d’Italia.

 

Fonte: IVASS
avatar
  Subscribe  
Notificami