fbpx

Aree Sisma: versamento rateale dei contributi sospesi

lentepubblica.it • 14 Ottobre 2019

aree-sisma-versamento-rateale-contributi-sospesiFissate le regole per avvalersi della rateazione a 120 mesi del versamento dei contributi sospesi nelle aree coinvolte nel sisma 2016-2017.


Aree Sisma: versamento rateale dei contributi sospesi.

L’Inps fissa le istruzioni per il versamento in forma rateale della contribuzione sospesa. A causa degli eventi sismici verificatisi nelle regioni Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo. In data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017.

Lo fa con il messaggio numero 3646/2019, dopo la novella contenuta nel cd. “decreto sblocca cantieri”. Con il quale il legislatore ha prorogato al 15 ottobre 2019 il precedente termine del 1° giugno 2019 per la ripresa dei versamenti dei contributi sospesi nelle suddette zone.

La proroga, come noto, vale sia per coloro che intendono versare in unica soluzione il debito contributivo  sia coloro che intendano rateizzare il versamento del debito contributivo in 120 rate mensili. L’ente previdenziale, come si ricorderà, aveva già indicato le modalità di pagamento del contributo in unica soluzione con il messaggio numero 3247/2019.

Aree Sisma: versamento rateale dei contributi sospesi

I contribuenti che intendano avvalersi della rateizzazione dovranno presentare domanda telematica all’Inps entro il 15 ottobre 2019, unitamente all’adempimento contestuale del versamento dell’importo corrispondente alle prime cinque rate. Il documento spiega che sono sollevati dalla presentazione della domanda di rateazione coloro che l’hanno già presentata entro la scadenza del 1° giugno 2019.

Per effetto dell’intervento normativo, infatti, risulta prorogata la scadenza di versamento delle rate dalla seconda alla quinta (considerata la prima rata versata per l’avvio della rateazione).

In tal caso sarà necessario, al fine dell’accoglimento della domanda di rateizzazione, che entro la data del 15 ottobre 2019 venga effettuato un versamento. Di ammontare, complessivamente, pari all’importo delle prime cinque rate (comprensivo, pertanto, dell’eventuale importo già pagato a titolo di prima rata nel corso del mese di maggio 2019).

La domanda

La comunicazione della volontà di avvalersi della rateazione deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica. Direttamente dal titolare o dal legale rappresentante o dagli intermediari abilitati tramite il seguente percorso: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Rateizzazione contributi sospesi: sisma 2016-2017”.

Il documento spiega, inoltre, che l’importo minimo di ciascuna rata non può essere inferiore a € 50,00. E che il versamento delle rate successive a quelle il cui versamento deve essere effettuato entro il 15 Ottobre 2019 dovrà essere eseguito entro il giorno 16 di ogni mese.

Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, comporterà la decadenza dal piano rateale. E l’importo residuo, al quale saranno applicati gli interessi legali, sarà formato in Avviso di Addebito. E contestualmente consegnato agli Agenti della Riscossione per le successive attività di recupero.

Il pagamento delle singole rate dovrà avvenire tramite la compilazione del modello “F24”. Seguendo le istruzioni già contenute nel messaggio 3247/2019 specifiche per ogni singola gestione.

Fonte: Pensioni Oggi (www.pensionioggi.it)
avatar
  Subscribe  
Notificami