lentepubblica

Tessera Sanitaria: dematerializzazione ricette mediche per farmaci non a carico del SSN

Orefice Giuseppe • 30 Marzo 2022

tessera-sanitaria-dematerializzazione-ricetteEcco come funziona la dematerializzazione delle ricette mediche per farmaci non a carico del SSN, nell’ambito del Sistema Tessera Sanitaria.


Nell’ambito del sistema Tessera Sanitaria è diventata operativa il 31 gennaio 2022 la dematerializzazione delle prescrizioni dei farmaci non a carico del Servizio sanitario nazionale.

Si tratta della cosiddetta “ricetta bianca”, sulla base di quanto previsto dall’art. 2 del Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministero della salute del 30 dicembre 2020, approvato dal Garante per la protezione dei dati personali.

Il processo di compilazione delle ricette bianche elettroniche prevede l’interconnessione in tempo reale tra i medici prescrittori e il Sistema Tessera Sanitaria (SAC – Sistema di accoglienza centrale), anche tramite i sistemi di accoglienza regionali (SAR).

Tessera Sanitaria: dematerializzazione ricette mediche per farmaci non a carico del SSN

Con la firma della Circolare congiunta del Ministero dell’economia e delle finanze e del Ministero della salute del 3 marzo 2022, si forniscono le indicazioni applicative per gli operatori.

Procedure di dematerializzazione

Le procedure di dematerializzazione della ricetta medica per la prescrizione dei farmaci non a carico del SSN sono avviate a partire dal 31/1/2022, con la diffusione progressiva nelle singole Regioni e PA e presso i SASN, secondo le date di avvio pubblicate sul portale del Sistema TS (www.sistemats.it).

Al termine della compilazione corretta di una ricetta bianca elettronica viene rilasciato dal SAC:

  • un numero di protocollo univoco, detto NRBE (Numero di Ricetta Bianca Elettronica)
  • e un numero breve detto PIN-NRBE, più comodo da utilizzare ad esempio per comunicazioni verbali.

La ricetta dematerializzata per la prescrizione di farmaci non a carico del SSN è individuata univocamente dal Numero di ricetta bianca elettronico (NRBE), assegnato dal SAC in fase di compilazione della ricetta da parte del medico prescrittore.

Contemporaneamente viene prodotto un promemoria della ricetta in formato pdf.

Questo promemoria può essere stampato dal medico e consegnato al paziente o inviatogli con modalità alternative, come ad esempio:

  • tramite e-mail
  • visualizzabile nel Fascicolo Sanitario Elettronico del paziente
  • o infine visualizzabile in un’apposita area dedicata al cittadino predisposta dal Sistema TS.

Il farmacista leggendo il codice NRBE oppure il PIN-NRBE, unitamente al codice fiscale del paziente, può  visualizzare la ricetta bianca elettronica prescritta dal medico ed eventualmente erogarla.

Chi è abilitato?

Sono abilitati alla prescrizione delle ricette di farmaci non a carico del SSN tutti i medici iscritti agli Ordini professionali. Le regioni possono dare indicazioni circa le tipologie di medici del SSR da includere prioritariamente nelle procedure.

Qualora non sia possibile l’utilizzo delle citate procedure, il medico potrà utilizzare la ricetta cartacea.

Il testo completo della Circolare

A questo link potete consultare il testo completo della Circolare.

 

5 1 vote
Article Rating

Fonte: articolo di Giuseppe Orefice
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments