Riscatto TFR e TFS 2019: INPS spiega la nuova trasmissione telematica delle istanze

lentepubblica.it • 1 Agosto 2019

riscatto-tfr-tfs-2019-inpsRiscatto TFR e TFS 2019: l’INPS fornisce importantissimi chiarimenti sulla trasmissione telematica delle istanze con il messaggio n. 2939 del 2019.


Riscatto TFR e TFS 2019: INPS spiega in un messaggio diffuso di recente quanto è necessario sapere in merito alla procedura di trasmissione delle istanze.

Adatto allo scopo è, infatti, l’applicativo che consente all’utente e all’Ente datore di lavoro l’inoltro di istanze telematiche relative ai riscatti del TFS e del TFR.

Per leggere un breve approfondimento con alcuni esempi di calcolo del TFS dei Dipendenti Pubblici cliccate qui.

Riscatto TFR e TFS 2019: l’INPS e la nuova procedura

Nell’ambito dei servizi on line offerti dall’Istituto nel portale INPS il nuovo applicativo semplificherà notevolmente il carico burocratico per cittadini e datori di lavoro.

In particolare, per il cittadino sono disponibili le seguenti funzionalità:

  • domanda di riscatto ai fini TFS/TFR (solo per i dipendenti di enti locali e sanità);
  • richiesta di anticipata estinzione delle rate residue di riscatto ai fini TFS/TFR;
  • richiesta di esonero dal pagamento delle rate residue di riscatto ai fini TFS/TFR;
  • rinuncia al riscatto ai fini TFS/TFR;
  • simulazione del calcolo dell’onere di riscatto.

Invece, le funzionalità a disposizione del datore di lavoro sono le seguenti:

  • domanda di riscatto ai fini TFS/TFR (solo per le amministrazioni statali);
  • richiesta di anticipata estinzione delle rate residue di riscatto ai fini TFS/TFR;
  • richiesta di esonero dal pagamento delle rate residue di riscatto ai fini TFS/TFR;
  • nuova domanda di riscatto ai fini TFS/TFR a rettifica della precedente già inoltrata (solo per le amministrazioni statali).

Per leggere un breve approfondimento con alcuni esempi di calcolo del TFS dei Dipendenti Pubblici cliccate qui.

Come accedere alla procedura?

L’accesso ai nuovi servizi è consentito all’utenza mediante l’uso del proprio PIN dispositivo, della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o del Sistema Pubblico Identità Digitale (SPID).

Dopo l’accesso al portale INPS, selezionando la voce di menu “Prestazioni e Servizi”, si potrà attivare la Scheda prestazione “Riscatti TFS e TFR” inserendo nel campo “Testo Libero” la parola “Riscatti TFS e TFR” e selezionando il tasto “Filtra”.

Le istanze già inoltrate sono accessibili alla voce di Menu “Consultazione domande inoltrate”; il manuale è consultabile nella apposita sezione “Manuali”.

A questo link il testo completo del messaggio.

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments