Assicurazione animali domestici: di cosa si tratta e perché farla

lentepubblica.it • 12 Ottobre 2021

assicurazione animali domesticiSempre più famiglie decidono di stipulare un’assicurazione per i loro animali domestici. Ma di cosa si tratta e come funzionano? Vediamolo insieme.


Assicurazione animali domestici: le polizze assicurative per gli animali domestici coprono tutti i costi relativi alla gestione dei nostri amici a quattro zampe.

Secondo un rapporto Assalco-Zoomark (Associazione Nazionale Imprese per l’alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia), si stima che, nel 2019, erano presenti nel nostro Paese oltre 60,27 milioni di animali d’affezione. Negli ultimi tre anni, inoltre, c’è stato un boom di adozioni, anche a causa della pandemia di Covid-19 e del relativo lockdown.

Vediamo cosa sono le polizze assicurative per animali domestici nello specifico, cosa coprono e perché farle.

Assicurazione animali domestici: di cosa si tratta

La polizza assicurativa per gli animali domestici è un’assicurazione che aiuta i padroni di cani e gatti, in caso di spese veterinarie, danni o incidenti, che coinvolgono il nostro amico a quattro zampe.

Le assicurazioni per animali domestici sono sempre più diffuse, perché sempre più famiglie adottano un amico a quattro zampe. Ma anche perché le polizze riescono a coprire spese ingenti, come quelle veterinarie.

L’assicurazione per animali domestici funziona come qualsiasi altra polizza: dopo averla stipulata, basterà pagare un canone mensile o semestrale, per coprire un massimale di spesa.

Si può stipulare una polizza per diversi motivi: se il nostro animale è spesso irrequieto e sfugge spesso al nostro controllo. Oppure in caso di smarrimento o allontanamento (l’assicurazione copre le spese per ritrovarlo).

Assicurazione animali domestici: cosa copre

assicurazione animale domesticoNella polizza assicurativa indirizzata ai nostri amici animali, vengono coperte alcune spese considerate essenziali per loro.

La copertura assicurativa comprende:

  • Spese veterinarie: tutti sappiamo quanto le spese veterinarie possano essere esose, ma un’assicurazione potrà coprire tutte le spese, in caso di malattia o incidente, comprendendo anche la spesa per i vaccini obbligatori e degli esami diagnostici (spesso le assicurazioni sono convenzionate con alcuni veterinari o associazioni apposite);
  • Danni a terzi: ovvero tutti quei casi in cui il nostro animale danneggia qualcuno o qualcosa, come ad esempio se mordesse qualcuno o lo facesse cadere, oppure danneggiasse oggetti o edifici.
  • Tutela legale: l’assicurazione copre anche le spese legali, in caso di controversie per danni subiti o provocati dall’animale domestico, coprendo le spese di un avvocato.

Il padrone potrà comunque decidere tra le diverse formule messe a disposizione e sottoscrivere alcune garanzie facoltative, in base alla copertura che vuole avere.

L’assicurazione per animali domestici è obbligatoria?

In linea generale, l’assicurazione non è obbligatoria per gli animali domestici, tranne in alcuni casi.

Fino al 2009, esisteva un registro che comprendeva alcune razze di cane, considerate “pericolose e aggressive”, stipulata dal Ministero della salute, per le quali era obbligatorio stipulare una polizza Rc, per i danni causati dal cane a terzi.

Dopo l’abolizione di quella lista, è obbligatorio stipulare una polizza assicurativa solo su segnalazione del veterinario, se l’animale è stato protagonista di precedenti episodi di aggressione, a prescindere dalla sua taglia e dalla sua razza.

Assicurazione animali domestici: quali sono i costi?

Il costo di una polizza assicurativa per animali domestici può variare a seconda di alcuni fattori:

  • La tipologia di animale: il costo cambia molto a seconda dell’animale domestico assicurato. Ad esempio, la polizza avrà un costo maggiore per un cane, perché c’è una maggiore probabilità che il cane faccia danni a terzi;
  • La razza: anche se il registro delle razze dei cani è stato abolito nel 2009, il costo può cambiare a seconda del tipo di razza e di taglia del cane;
  • L’età: se un animale è avanti con l’età, il costo della polizza può essere più alto, poiché avrà più probabilità di ammalarsi di un animale domestico più giovane.
  • La residenza: come ben sappiamo, anche con altri di polizza, in Italia i costi delle assicurazioni variano molto da città in città.

Facciamo un esempio: il costo per la polizza assicurativa di un cane con un’età compresa tra i 6 e i 10 mesi, che vive a Roma, sarà di circa 100 euro annui.

In linea generale, il costo di una polizza varia dai 50 ai 100 euro. Il prezzo varia a seconda del tipo di animale domestico e delle coperture integrative scelte.

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments