SPID: ecco come farlo comodamente da casa, senza spostarsi

lentepubblica.it • 28 Aprile 2021

spid-come-farlo-da-casaSe richiedere lo SPID in presenza, soprattutto in questo periodo, può rappresentare un problema sappiate che esistono diversi metodi alternativi: ecco come farlo comodamente da casa e senza spostarsi.


Lo SPID, in tempi più tranquilli e non colpiti dall’emergenza Covid, come tante altre incombenze si potrebbe richiedere di persona, presso gli uffici dei gestori di identità digitale. Cosa che, per carità, nel limite del possibile e di zone gialle, arancioni e rosse varie, è possibile comunque anche adesso.

Tuttavia, per evitare spostamenti inutili e risparmiare sulla trafila burocratica, esistono diversi metodi per poter ottenere lo SPID direttamente e comodamente da casa.

Scopriamone di più. A questo link, invece, potete leggere una guida alla richiesta dello SPID.

L’identificazione

Infatti, uno dei requisiti fondamentali per ottenere l’Identità Digitale e, di conseguenza, associarla all’identità del richiedente, consiste proprio nell’identificazione.

Per portare a termine questo processo, dunque, ci si può recare presso una delle pubbliche amministrazioni che possono svolgere le procedure per identificare il richiedente, consentendo quindi il rilascio successivo di SPID.

Si tratta infatti di uno dei passaggi chiave per la registrazione ad uno dei gestori di identità abilitati (identity provider), così da ottenere la successiva abilitazione all’uso:

  • inserire i dati anagrafici;
  • creare le credenziali SPID;
  • effettuare il riconoscimento scegliendo tra le modalità offerte dal gestore.

SPID: ecco come farlo comodamente da casa

Come abbiamo anticipato, dunque, esistono delle modalità in alternativa a quelle in presenza. Nello specifico sono in generale tre i metodi per poter ottenere la propria identità digitale “a distanza“:

Ogni gestore, ovviamente ha le proprie specifiche e consente alcune modalità rispetto ad altre. Puoi cliccare qui per visualizzare l’elenco dei provider certificati.

SPID in tabaccheria: ecco come fare per richiederlo.

Attivazione via webcam

L’identificazione, in questo caso, avviene con operatore messo a disposizione dal gestore di identità o con un selfie audio-video, insieme al versamento di una somma simbolica tramite bonifico bancario come ulteriore strumento di verifica dell’identità.

Attivazione con video e senza operatore

In questo caso particolare, i cittadini hanno a disposizione una modalità per attivare SPID, semplice, veloce e sicura. Potranno farlo comodamente da casa, con il solo utilizzo di un dispositivo connesso a internet e senza l’aiuto di un operatore.

Questi sono i pochi passaggi che l’utente dovrà seguire:

  • registrarsi sul sito di uno dei 9 identity provider abilitati al rilascio di SPID che ha attiva la nuova modalità;
  • realizzare un video in cui mostra il proprio documento di identità  italiano (carta d’identità, carta d’identità elettronica, patente o passaporto) e la tessera sanitaria o, in alternativa, il tesserino del codice fiscale. Come misura a tutela del furto di identità, durante il video l’utente dovrà leggere un codice ricevuto via sms o tramite una delle app degli identity provider installata sul proprio cellulare;
  • effettuare un bonifico da un conto corrente italiano a lui intestato o cointestato, indicando nella causale un codice specifico che avrà ricevuto dall’identity provider.

La nuova modalità, adottata da AgID con determina 426/2020, contribuisce a ridurre i tempi di attesa per il riconoscimento online in un periodo in cui gli identity provider stanno registrando un picco di richieste.

Attivazione con Cartà d’Identità Elettronica o Passaporto Elettronico

L’identificazione in questo caso, invece, avviene attraverso le app dei gestori, scaricabili dai principali app store.

Attivazione con CIE, Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Tessera Sanitaria o Firma Digitale

Inoltre si può procedere all’identificazione tramite questi documenti, sempre attraverso le app dei gestori, scaricabili dai principali app store, oppure con firma digitale grazie all’ausilio di un lettore (ad esempio la smart card) e del relativo pin.

Attivazione gratuita o a pagamento

Rircordiamo infine che per i privati cittadini, l’attivazione Spid è gratis con tutti i provider quando si sceglie la modalità di riconoscimento tramite:

  • Firma digitale
  • Carta d’identità elettronica (CIE) o un passaporto elettronico
  • Tessera sanitaria o Carta Nazionale dei Servizi (CNS)

Alcuni di questi provider, oltre all’erogazione gratuita, offrono la modalità di registrazione a pagamento e questo dipende dal tipo di riconoscimento scelto.

Per un approfondimento completo su questa tematica cliccate qui.

Ulteriori approfondimenti

Qui di seguito vi proponiamo altri interessanti approfondimenti sulla materia dello SPID:

3.9 7 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments